Superfruit e Supergrain

Superfruit e Supergrain: ecco come si classificano i Superfood

Superfruit e Supergrain: ecco come si classificano i Superfood

 

Si parla spesso di Superfood, ma non tutti sanno che anche all’interno di questa categoria di “cibi speciali” ci sono alcune suddivisioni. Infatti i Superfood si dividono in Superfruit e Supergrain. Rispettivamente, super frutti e super cereali o semi. Vediamo insieme quali sono.

 

Le potenzialità dei Superfood

I Superfood sono alimenti con caratteristiche speciali, talmente ricchi di proprietà benefiche da essere funzionali alla nostra salute. Quindi è necessario includerli nella propria dieta, se si desidera sfruttare tutti i vantaggi offerti da questa categoria di alimenti, e stare meglio.

Lo si può già intuire dal nome: “Superfood”, ovvero “Super Cibi”. Ovviamente non si tratta di una categoria esistente in natura, ma di un termine inventato in tempi abbastanza recenti per classificare tutti quegli alimenti dotati di proprietà nutritive elevate e funzionali al nostro star bene. Questi alimenti sono esclusivamente vegetali, sono quindi particolarmente importanti per chi segue una dieta vegana.

Si considerano Superfood tutti quegli alimenti che contengono vitamine, sali minerali, amminoacidi, proteine e altre sostanze benefiche, in grande quantità. I Superfood possono infatti potenziare il sistema immunitario, prevenire le infiammazioni, proteggere l’organismo dall’ossidazione cellulare causata dai radicali liberi, ed essere validi alleati qualora decidessimo di intraprendere un percorso di dimagrimento, grazie al loro potere saziante. I Superfood vengono infatti anche chiamati “alimenti funzionali” o “cibi nutraceutici“, per le loro proprietà simili a vere e proprie medicine. Ai Superfood vengono attribuite molte proprietà, tra le più comuni ci sono quelle energizzanti e toniche, che li rendono alimenti speciali da consumare quando si affrontano periodi di grande stanchezza.

I Superfood possono essere suddivisi in due sottoinsiemi, i Superfruit e i Supergrain. Della prima classificazione fanno parte i frutti, mentre della seconda i cereali o i semi. Tutti gli altri supercibi che non possono rientrare in una o nell’altra categoria, vengono chiamati semplicemente Superfood.

 

Quali sono i Superfruit

I Superfood che possono essere inseriti all’interno della classificazione Superfruit, come si può intuire facilmente dal nome, sono principalmente frutti.

Ecco quali sono i Superfruit più famosi.

Mirtilli

I mirtilli sono ricchi di antiossidanti e costituiscono un valido aiuto per il cervello, migliorando la memoria e riducendo i problemi cognitivi dovuti all’invecchiamento. Inoltre, il mirtillo contiene antociani che aiutano a mantenere sani i nervi e gli occhi.

Mango

Il mango è ricchissimo di vitamine del gruppo A. Inoltre è la fonte migliore di carotenoidi presente in natura. Questo Superfruit non potrà quindi mancare dalla tua dieta, se desideri che pelle e vista siano sempre in salute.

Cocco

Il cocco e l’acqua di cocco sono ottimi Superfruit soprattutto per chi pratica sport. Infatti, il cocco ha proprietà energetiche e tonificanti. Inoltre rifornisce il nostro organismo di tutti i minerali che vengono persi con la sudorazione. Migliora i livelli di colesterolo e ci aiuta a perdere peso. Contiene inoltre magnesio e carboidrati, ma è anche ricco di antiossidanti.

Melograno

Il melograno è una grande fonte di ellagitannini, un potente polifenolo che aiuta nel contrastare i tumori al colon e alla cervice. Inoltre contiene numerosi polifenoli, Vitamine del gruppo B e Vitamina K.

Avocado

È impossibile parlare di Superfood o di Superfruit senza nominare l’avocado. Questo alimento infatti costituisce una grande fonte di grassi monoinsaturi, tra le più importanti presenti in natura. Inoltre, la sua alta percentuale di acido oleico ti aiuterà a mantenere a livelli accettabili il colesterolo cattivo.

Bacche di Goji

Le bacche di Goji sono un piccolo Superfruit rosso, proveniente da un arbusto originario del Tibet. Queste bacche vengono utilizzate fin dall’antichità nella medicina tradizionale cinese, per donare energia e vitalità. Inoltre, sono ricche di Vitamina E, A e C e di sali minerali. Le bacche di Goji svolgono un’importante azione antiossidanti, antivecchiamento e antitumorale.

 

Quali sono i Supergrain

Dei Supergrain fanno parte i cereali e i semi. Ecco quali quelli più conosciuti e utilizzati.

Avena

L’avena è un toccasana per l’apparato gastrointestinale, grazie al buon apporto di fibre, favorisce la digestione e promuove la peristalsi. Inoltre, ti permette di sentirti più sazio, quindi viene utilizzata anche in diete dimagranti e regimi alimentari ipocalorici.

Quinoa

La quinoa in realtà non è un cereale, ma viene inserita spesso all’interno della classificazione Supergrain. La quinoa è nutriente, antiossidante, ricca di fibre, minerali, proteine e amminoacidi, inoltre favorisce il metabolismo, ed è indicata durante le diete dimagranti. Inoltre, potrai consumarla anche se segui un’alimentazione priva di glutine.

Amaranto

L’amaranto è uno pseudocereale che viene utilizzato nella dieta di celiaci, vegetariani e vegani grazie alle sue proprietà. Infatti, l’amaranto è privo di glutine, ma è molto ricco di fibre e grazie alla sua digeribilità è utile per chi soffre di problemi intestinali.

Sesamo

Grazie all’alto contenuto di calcio, il sesamo è molto efficace nella prevenzione dell’osteoporosi. Viene consumato in semi ed è una valida alternativa per chi non può assumere latticini a causa di intolleranze, per rinforzare ossa e denti. Inoltre, i semi di sesamo sono ottimi integratori naturali di zinco, utile per rinforzare il sistema immunitario, e selenio.

 

Superfruit, Supergrain

Lascia un commento