Banana

La banana, fonte di fibre, potassio e grassi salutari, è alleato del cuore e utile per la costruzione di massa muscolare magra: scopri il potere del primo Superfood della storia!
Nutriente principale
Macronutriente
Cottura
Cotto/Crudo
Pancake alla banana
10:39
Simple Tasty Recipes

Valori Nutrizionali per 100 gr

Energia: 89 Calorie Kcal

  • Acqua 76,8 g
  • Carboidrati 15,4 g
  • Zuccheri 12,8 g
  • Proteine 1,2 g
  • Grassi 0,3 g
  • Colesterolo 0 g
  • Fibra totale 1,8 g
  • Sodio 1 mg
  • Potassio 350 mg
  • Ferro 0,8 mg
  • Calcio 7 mg
  • Fosforo 28 mg
  • Vitamina B1 0,06 mg
  • Vitamina B2 0,06 mg
  • Vitamina B3 0,7 mg
  • Vitamina A 45 µg
  • Vitamina C 16 mg

fonte cure-naturali.it

Perchè SuperFood

Scopri altri “perchè SuperFood”

La banana: il primo Superfood della storia

Le banane vengono coltivate nelle calde zone tropicali come il Sud America, l’Africa e alcune aree dei Caraibi, ma ormai sono esportate in tutto il mondo. Il nome banana deriva dalla parola araba “banan”, che significa dito, e crescono in grappoli che, per la loro forma, ricordano le mani.

Le banane mature si riconoscono osservando il colore della buccia e la consistenza della polpa. Quando tende al verde il frutto è ancora acerbo, se è giallo scuro con piccole chiazze marroni significa che è molto maturo. Le chiazze scure corrispondono ad accumuli di zuccheri. L’ideale è consumarlo quando è giallo acceso.

Da un punto di vista nutrizionale, le banane contengono circa il 75% di acqua, il 23% di carboidrati, l’1% di proteine, lo 0,3% di grassi e il 2,6% di fibra alimentare che può variare in base al grado di maturazione. La polpa è ricca delle vitamine A, B1, B2, B6, C, PP e piccole quantità di Vitamina E.

Le banane contribuiscono a mantenere elastica la pelle, a stimolare le difese immunitarie e a favorire il metabolismo delle proteine.

Non tutti lo sanno, ma la banana è stato il primo Superfood della storia. Infatti, all’inizio del Novecento la United Fruit Company, per promuovere la vendita delle banane, realizzò un volantino in cui il frutto veniva raccontato mettendo in luce tutte le sue caratteristiche positive straordinarie. E, ancora oggi, la banana è la scelta migliore per una colazione sana e nutriente o uno spuntino per spezzare la fame. La banana infatti fornisce un importante apporto di fibre ed è facilmente digeribile. Inoltre, viene assorbita lentamente dal nostro organismo, motivo per il quale è lo snack perfetto, imbattibile da qualunque merendina. Con una banana a metà mattina potrai infatti prevenire i cosiddetti picchi di zucchero, che portano solitamente a desiderare altri dolci, come accade invece con gli snack confezionati.

Una delle domande che ci si sente fare più spesso è: ma è vero che le banane fanno ingrassare? Sicuramente si tratta di un frutto sostanzioso. Pensa che una banana da sola contiene tra il 20% e il 30% del nostro fabbisogno giornaliero di potassio. Questo minerale è utilissimo per proteggere il cuore e sistema cardiovascolare, e aiuta le ossa e i muscoli a non deperire, riducendo anche la comparsa di calcoli renali. Quindi, una banana al giorno inserita in un’alimentazione varia e associata a della sana attività sportiva non potrà che fare bene!

Sei curioso di saperne di più sulla banana? Continua a leggere, risponderemo a tutte le tue domande!

FAQ Banana

Che vitamine contiene la banana?

La banana è ricca di amido, zuccheri e vitamine B1, B2, C, E, oltre a minerali come fosforo, magnesio, sodio, potassio, ferro, zinco, e tannini. Le proteine presenti in un frutto sono 1,09, i grassi 0,33, i carboidrati 22,84, le fibre 2,6. La banana è un potente antiossidante, e ti aiuta a prevenire l’anemia. Inoltre mantiene bella la pelle. Tra le vitamine, una delle più importanti contenute nella banana, è la vitamina B2 che è molto importante per regolare il fabbisogno energetico del corpo e contribuisce all’assorbimento e all’attivazione di altre vitamine e minerali.

Come si fa a conservare le banane a lungo?

Se si desidera conservare più a lungo le banane è necessario lasciarle attaccate al casco. In questo modo si manterranno più a lungo. Evita invece di inserirle in frigorifero. Diventeranno presto nere. Infatti, la banana si conserva più a lungo a seconda della temperatura. Non dimenticare che è un frutto tropicale, quindi mal sopporta il freddo eccessivo.

Come si usa in cucina?

Le banane possono essere utilizzate da sole, come spuntini o colazioni insieme ad altra frutta fresca e yogurt, oppure in torte o spuntini. Si sposano perfettamente con il burro di arachidi, per creare deliziosi panini integrali, ma anche in ricche macedonie di frutta.

Oppure, ancora, le banane sono protagoniste di frullati, insieme a latte e miele, o a qualche goccia di vaniglia.

La banana contiene ferro?

Le banane contengono una buona dose di ferro, sono infatti considerate un alimento utile a contrastare l’anemia. Hanno inoltre un contenuto significativo di rame, che è un elemento importante nella formazione dei globuli rossi.

La banana contiene lattosio?

No, la banana non contiene lattosio perché questa sostanza non si trova né nella frutta né nella verdura. Il lattosio è infatti uno zucchero del latte, quindi un prodotto di origine animale. La banana contiene invece fruttosio.

La banana è astringente?

Sì, la banana grazie all’acido butirrico regola la mucosa intestinale e normalizza le funzioni del colon. Per questi motivi si può dire che la banana è un frutto astringente e viene consigliata in caso di disturbi intestinali. Molto però dipende dal grado di maturazione. Infatti, se è molto matura non regolarizza le funzioni intestinali, per farlo dovrà essere più acerba.

La banana fa andare in bagno?

La banana contiene fibre, che aiutano la digestione. Sarà una sorta di lassativo naturale, grazie anche alla presenza di composti chiamati frutto-oligosaccaridi, che aiutano il proliferare di batteri buoni nel tratto intestinale.

La banana fa ingrassare?

Rispetto ad altri frutti, la banana è leggermente più calorica, per via di una quantità maggiore di carboidrati, ma è sufficiente mangiarne una al giorno per tenere sotto controllo il peso.

Perché la banana diventa nera?

La banana è uno di quei frutti che continua a maturare anche dopo essere stata raccolta. Questo perché contiene etilene, un ormone vegetale prodotto dalla banana, che la fa maturare. Quindi, via via che la banana matura, si formano alcune piccole macchie scure sulla buccia, fino a farla diventare completamente nera.

Quali sono i benefici delle banane?

Le banane sono una grande fonte di fibre e grassi salutari. Questo ti permetterà di sentirti sazio più a lungo. Quindi possono essere inserite all’interno di ogni dieta, come spuntino. Come se non bastasse, ci sono altre buone notizie: infatti, le fibre contenute nelle banane sono di tipo solubile, questo significa che abbasseranno il colesterolo cattivo e ridurranno il rischio di patologie cardiache e coronariche e di diabete di tipo 2.

Le banane inoltre fanno bene al cuore: sono ricche di potassio, un minerale utile per la costruzione di massa muscolare magra e povere di sodio, e ti proteggono da infarti e ictus. Per tutti questi motivi, vengono utilizzate dagli sportivi, tra un allenamento e l’altro.

Inoltre le banane contengono il triptofano, una proteina che il nostro organismo converte in serotonina: la sostanza chimica della felicità. Questo aiuta a promuovere il relax e il buonumore.

Quando è meglio evitare di mangiare la banana?

La banana è ricca di amido, un elemento che ha la caratteristica importante di dare energia al nostro organismo. Allo stesso tempo, rallenta la digestione. Consigliamo quindi di non consumarla la sera, se non si vuole ingrassare.

Quante banane si possono mangiare a settimana?

Le banane sono inserite anche nelle diete dimagranti, quindi possono essere consumate senza problemi anche da chi sta cercando di perdere peso. Ovviamente, come per tutti gli alimenti, devono essere consumate con moderazione. La giusta quantità, per quanto riguarda le banane, è di una al giorno.

Scopri le proprietà di altri SuperFood