Bacche di Goji

Le bacche di Goji, ricche di sali minerali e vitamine, hanno proprietà antiossidanti e antinfiammatorie, ma non solo: scopri tutti il valore di questo importante Superfood!
Nutriente principale
Carboidrato
Cottura
Crudo
Tisana Anti-Age alle bacche di Goji
1:08
Simple Tasty Recipes

Valori Nutrizionali per 100 gr

Energia: 321 Calorie, Kcal

  • Grassi totali 5,7 g
  • Grassi saturi 1,1 g
  • Proteine 10,6 g
  • Carboidrati 21 g
  • Zuccheri 17,3 g
  • Sodio 24 mg
  • Calcio 112,5 mg
  • Ferro 8,4 mg
  • Fibre crude 7,70 g
  • Vitamina C 306 mg
  • Vitamina B1 0,15 mg
  • Carotene 7,38 mg
  • Amminoacidi 8,48 mg
  • Polisaccaridi 46,5 mg

fonti Wikipedia e Greenme.it

Da provare

Perchè SuperFood

Scopri altri “perchè SuperFood”

Bacche di Goji: caratteristiche del Superfood di origine tibetana

Una leggenda narra che durante la dinastia Tang, nei pressi di un tempio buddhista tibetano, gli abitanti del luogo andavano ad abbeverarsi in un pozzo circondato da piante di Goji. Le bacche vi cadevano all’interno e gli abitanti godevano di eccellente salute, arrivando fino all’età di 80 anni, senza capelli bianchi e conservando tutti i denti. Le bacche di Goji iniziarono quindi ad essere considerate dei veri e propri elisir di lunga vita.

Si tratta di frutti di piccole dimensioni, bacche appunto, di colore rosso. L’arbusto dal quale provengono è di origine tibetana, della famiglia delle Solanaceae. Questo frutto, cresce sugli altipiani asiatici di Tibet, Cina e Mongolia. Fin dall’antichità, le bacche di Goji vengono utilizzate nella medicina tradizionale cinese per i loro benefici.

In tempi recenti invece sono state introdotte all’interno della nostra alimentazione. Da noi sono presenti sia come integratore alimentare, perché sono ricche di sali minerali, vitamine e antiossidanti, che come frutta essiccata.

Le bacche di Goji hanno tantissime proprietà nutrizionali e fitoterapiche. Sono infatti ricche di antiossidanti naturali, hanno proprietà antinfiammatorie, riducono i radicali liberi, favoriscono la riduzione del colesterolo, sono ricche di acidi grassi essenziali, contengono una buona dose di vitamina C, hanno effetto saziante, regolano gli zuccheri nel sangue e supportano il sistema immunitario.

Le domande sulle bacche di Gogji sono tantissime. In molti si chiedono soprattutto a cosa servono. Viste le sue proprietà, queste bacche vengono consigliate a chi vuole ritardare l’invecchiamento e mantenersi giovane. I benefici sono soprattutto relativi alla pelle, ma sono ottimi coadiuvanti nella perdita di peso, grazie al loro enorme potere saziante.

Qualora tu ti stia chiedendo come poterle consumare e se è possibile inserirle all’interno di qualche preparazione o ricetta, la risposta è sì. Non saranno esclusivamente uno snack salutare da consumare mentre si lavora o si vuole spezzare la fame, ma possono anche diventare l’ingrediente di un gustoso piatto dolce o salato. In tanti le usano nelle insalate, insieme a semi oleosi e frutta, altri invece le utilizzano per preparare un gustoso risotto. Altri ancora le inseriscono nella ricetta di gustosi biscotti, al posto dell’uvetta, c’è poi chi invece ci prepara addirittura un pesto, utilizzando anche le mandorle, da accompagnare ai fusilli.

Ed ora dai una risposta alle tue curiosità sulle bacche di Goji!

 

FAQ Bacche di Goji

A cosa servono le bacche di Goji?

Hanno proprietà antiossidanti, antinvecchiamento, antitumorale e proteggono in caso di alcune malattie dell’apparato cardio-circolatorio. Per questo motivo le bacche di Goji vengono definite il frutto della longevità. Infatti, la qualità più spiccata delle bacche di Goji è l’elevata presenza di antiossidanti che prevengono l’invecchiamento di tessuti, organo e apparati. L’elevata presenza di vitamina A rende le bacche di Goji un prezioso aiuto anche per pelle, capelli e unghie, che diventano più belli.

Come si conservano?

Se le bacche di Goji sono essiccate potrai conservarle in un luogo fresco e asciutto a lungo, lontane dalla luce. L’unica avvertenza è di tenere d’occhio la data di scadenza riportata sulla confezione. Se invece sono fresche, dovrai comportarti come con la normale frutta. Ovvero: potrai conservarle in frigorifero per alcuni giorni, consumandoli il prima possibile.

Come si usano le bacche di Goji?

Le bacche di Goji si possono consumare come spuntino oppure a colazione, per fare il pieno di energia e vitalità e iniziare la giornata nel migliore dei modi. Quelle essiccate sono tra le più comuni che potrai trovare in commercio. Il nostro consiglio è di reidratarle prima di consumarle, come faresti con l’uvetta. Quindi versa le bacche di Goji in un bicchiere d’acqua e attendi che ritornino morbide.
Altrimenti, puoi mangiarle fresche. Le bacche di Goji possono essere mescolate ad altri frutti, all’interno di uno yogurt o nella macedonia.

 

Fanno alzare la pressione?

No, anzi: le bacche di Goji sono ricche di potassio, un minerale che ha effetti benefici sull’ipertensione. Il problema può sorgere se si soffre di ipertensione. Infatti, chi prende già dei farmaci e assume una quantità eccessiva di queste bacche corre il rischio che i valori pressori scendano troppo, causando altri problemi come debolezza, sonnolenza, vertigini, giramenti di testa e, nei casi più gravi, anche svenimenti.

Le bacche di Goji fanno dimagrire?

Le bacche di Goji possono essere utilizzate come spuntino, per ridurre la fame. Infatti, grazie a questo loro potere saziante, sono consigliate a supporto del proprio regime alimentare, in caso di diete.

Quali sono le controindicazioni delle bacche di Goji?

Le uniche controindicazioni che riguardano l’assunzione delle bacche di Goji sono relative al consumo in concomitanza di farmaci specifici. Le sostanze presenti nelle bacche di Goji potrebbero infatti interagire con alcuni medicinali o inibire il loro assorbimento. Questo riguarda soprattutto farmaci per il controllo della pressione e della glicemia, per prevenire la trombosi e per mantenere il sangue fluido.

Quando si raccolgono le bacche di Goji?

Le bacche di Goji si raccolgono solo quando sono completamente mature. Solitamente il periodo migliore è verso la fine di maggio, per garantire la produzione di frutti più grandi.

Si possono mangiare fresche?

Le bacche di Goji si trovano principalmente in forma disidrata o in polvere. Ovviamente, con questo trattamento, le bacche possono essere conservate più a lungo, ma perdono anche alcune proprietà nutritive, come ad esempio gli acidi grassi polinsaturi, la vitamina E e la vitamina C.