Superfood e Sistema Nervoso

Superfood e cervello

Superfood e cervello

Quello che mangiamo è importantissimo anche per far funzionare correttamente il cervello. Quindi occorre prestare attenzione e seguire una dieta sana ed equilibrata, e soprattutto ricca di Superfood. Il cervello è infatti l’organo più potente e complesso del nostro organismo, che attraverso le sue funzioni controlla tutto il nostro corpo. Per questo motivo deve essere mantenuto in ottimo stato, oltre che con un corretto stile di vita, anche con una corretta alimentazione. Mangiare male, bere poca acqua, lo affatica e può causare diversi disturbi, del sonno, dell’attenzione e dell’umore.

 

Le regole per un’alimentazione sana

Non devono mai mancare dalla nostra dieta alimenti ricchi di acidi grassi Omega-3 e Vitamina B, se vogliamo assicurarci il benessere del cervello e dell’organismo. Infatti, per il corretto funzionamento del cervello, è importante assumere alimenti che mantengano in salute il cuore e i vasi sanguigni. Gli acidi grassi omega-3, presenti in noci, semi di lino e pesce azzurro, hanno un ruolo nei processi cognitivi e nel mantenimento della funzione sinaptica dei neuroni.

Invece, mangiare troppa carne e formaggi, ovvero grassi saturi, riduce le funzioni neurologiche e, alla lunga, ci fa perdere lucidità, memoria e peggiora il nostro umore. Infatti, quello che mangiamo può influenzare sia i processi cerebrali, modificando la nostra capacità di concentrarci e memorizzare, che il livello di stress. Anche consumare un numero limitato di calorie, può aiutare i processi mentali. Sembra infatti che le calorie in eccesso rendano più vulnerabili le cellule, causando la formazione di radicali liberi. Una piccola restrizione calorica può invece proteggere il cervello.

Per proteggere l’ossidazione del cervello, gioca un ruolo fondamentale la Vitamina E, che è particolarmente abbondante nell’olio extravergine di oliva, nelle noci, nelle verdure a foglia verde e nei cereali integrali. Anche la curcuma e le altre spezie che contengono curcumina, sono utili a ridurre o contenere i deficit di memoria provocati dalla malattia di Alzheimer e dai traumi cerebrali.

 

Alimentazione e sistema nervoso: i Superfood che fanno bene all’umore

Il nostro sistema nervoso agisce sull’umore, sullo stress, sulle modalità comportamentali e perfino sui nostri pensieri. Anche in questo caso, è possibile trarre beneficio da ciò che mangiamo. Il benessere del cervello e del sistema nervoso passa anche dal consumo di zucchero, che deve essere contenuto, ma presente. Quando il sistema nervoso è troppo sollecitato si hanno reazioni eccessive che possono portare ad attacchi di panico e altri sintomi da ansia e stress. Per promuovere il corretto funzionamento del nostro sistema nervoso occorre inserire all’interno della propria dieta questi alimenti:

 

Avena

Fondamentale nei casi di depressione, l’avena può migliorare l’umore, oltre che le prestazioni sportive. Inoltre, è un grande energizzante che può aiutare anche il nostro sistema nervoso nei momenti di maggiore fatica.

 

Cacao

Oltre ad essere buonissimo è anche ricco di proteine, lipidi, glucidi, diversi sali minerali e vitamine del gruppo B. Se stai cercando un Superfood che faccia bene al sistema nervoso, il cacao ti aiuterà. Non a caso si dice che aiuti il buonumore. Infatti, contiene serotonina, tiramina, caffeina, teobromina e feniletilamina. La teobromina e la caffeina aiutano a mantenere la concentrazione, mentre la serotonina e la tiramina sono utili contro la depressione e i disturbi d’ansia.

 

Zucca

La zucca è ricchissima di Vitamina A che ha proprietà antiossidanti e antinfiammatorie. Inoltre, i sali minerali di cui è ricca la zucca hanno proprietà che incidono anche sull’umore. Infatti, il magnesio è un rilassante muscolare naturale che apporta benefici psico-fisici immediati, mentre il triptofano contenuto nella sua polpa è un amminoacido che contribuisce alla produzione della serotonina, detto anche l’ormone del buonumore, che regola il sonno e l’appetito. La zucca quindi può essere considerata un tonico per l’umore, fondamentale per contrastare insonnia e depressione.

 

Banana

La banana è ricca di potassio e fa molto bene all’intestino, allo stomaco e fornisce i nutrienti necessari ai muscoli. Sembra inoltre che la banana faccia bene all’umore, grazie alla presenza di Vitamina B9 o acido folico. Quest’ultimo avrebbe notevoli proprietà. Infatti sarebbe in grado di aiutare la serotonina, l’ormone del buonumore, a raggiungere più velocemente il cervello.

 

Spinaci

Consumare gli spinaci con il limone aiuterà l’assimilazione di ferro. Inoltre, gli spinaci sono fondamentali sia per i muscoli che per l’apparato osteoarticolare. Soprattutto però offrono tanti benefici al sistema nervoso, in quanto sono ricchi di Vitamina A e acido folico.

 

I cibi che fanno bene al cervello e alla memoria

Il cervello controlla tutte le funzioni del nostro organismo, quindi è fondamentale introdurre nella nostra alimentazione alimenti che possano proteggerlo e farlo funzionare al meglio. In questo ci possono venire in aiuto i Superfood. Ecco quali sono quelli che stimolano le funzioni cerebrali e fanno funzionare meglio la memoria:

 

Verdure a foglia verde

Le verdure a foglia verde, come spinaci, bieta e broccoli, sono ricche di Vitamina K, luteina, folati e beta carotene. Tutte queste sostanze contribuiscono a mantenere giovani e attive le funzioni cognitive. Ma non solo. La Vitamina K infatti contribuisce al giusto equilibrio di cervello e sistema nervoso, e aiuta la coagulazione del sangue in caso di ferite.

Il consumo di verdure a foglia verde è consigliato soprattutto nei periodi in cui si è più stanchi o si deve far fronte ad impegni di lavoro o studio. Inoltre, queste verdure sono in grado di proteggere le cellule nervose dagli effetti dell’invecchiamento.

 

Frutti di bosco

I frutti di bosco, come ad esempio i mirtilli, sono ricchi di flavonoidi, che aiutano a migliorare la memoria. I frutti di bosco contengono anche proantocianidine, ovvero delle sostanze che proteggono il cervello dall’effetto delle tossine ambientali e sono in grado di diminuire l’attività dei radicali liberi. Inoltre, i mirtilli proteggono il cervello dallo stress ossidativo e dai processi di invecchiamento neuronale legati anche allo sviluppo del morbo di Alzheimer e di vuoti di memoria.

 

Té verde

Il tè verde, come anche il caffè ma con maggiori benefici, aiuta a migliorare la concentrazione. Inoltre, sembra anche che caffeina e teina aiutino a rendere più duraturi i ricordi. Secondo alcuni studi, chi beve due o più tazze di tè verde al giorno avrebbe meno probabilità di sviluppare il morbo di Parkinson. Il tè verde infatti contiene potenti antiossidanti in grado di proteggere dai radicali liberi e ridurre anche il rischio di coaguli di sangue.

 

Noci

Le noci, così come anche altra frutta con guscio, sono una fonte importante di proteine e grassi sani. Infatti, in particolare le noci, aiutano a migliorare la memoria. Le noci contengono una elevata quantità di acidi grassi Omega-3, fondamentali per ridurre la pressione sanguigna e proteggere le arterie. Infatti, gli acidi grassi Omega 3 che si trovano nelle noci, nei semi di lino e nei semi di canapa aiutano a ridurre le infiammazioni, e a sostenere le funzioni celebrali e a migliorare la memoria.

 

Avocado

L’avocado è ricco di grassi omega 3 e non fornisce troppi grassi saturi al nostro organismo. Gli omega 3 sono i grassi buoni presenti anche nel pesce, ma se seguite una dieta vegetariana, il fabbisogno potrà essere colmato grazie alla polpa di avocado. Attenzione però: a parità di peso l’avocado fornisce il triplo delle calorie. L’avocado ha inoltre un forte potere antiossidante ed è in grado di combattere l’ipertensione abbassando sensibilmente il rischio di ictus e di danni al cervello.

 

Uva

Il succo d’uva, soprattutto l’uva rossa, sarebbe in grado di proteggere il cervello dall’Alzaheimer. Tutto questo grazie ad una sostanza, chiamata resveratrolo, un potente antiossidante utile per le cellule cerebrali. Il resveratrolo è infatti in grado di proteggere il cervello dall’effetto dei radicali liberi.

 

Salvia

La salvia è potentissima per aiutare la memoria e migliorare le connessioni cognitive, in quanto ricca di oli essenziali. Inoltre, tiene sotto controllo lo stress, migliora la memoria e ti impedirà di avere cali d’attenzione. La credenza di utilizzarla per migliorare la memoria è molto antica, ma anche molto efficace. Alcuni ricercatori sono convinti che la salvia, o meglio i composti attivi negli oli di salvia, possano essere utili per aiutare i malati di Alzaheimer.

 

Curcuma

La curcuma aiuta a mantenere il cervello in salute. Infatti, contribuisce all’eliminazione delle scorie che impregnano i tessuti nervosi. Inoltre, la curcumina, contenuta nella curcuma, viene utilizzata nel campo delle patologie degenerative del cervello, come l’Alzheimer, e anche in presenza di danni cerebrali dovuti a ictus e ischemie. Un altro principio attivo della pianta, l’arturmerone, è in grado di accelerare la proliferazione delle cellule staminali cerebrali.

 

sistema nervoso

Lascia un commento